I vestiti dei sogni, i costumisti italiani per il cinema in Mostra a Palazzo Braschi

Grazie all’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale, Sovraintendenza Capitolina ai Beni Culturali e la Cineteca di Bologna, al Museo di Roma Palazzo Braschi è in scena una mostra dedicata ad un’eccellenza italiana , quella dei costumi, degli artisti e degli artigiani che hanno fatto grande il cinema, italiano e internazionale, attraverso un secolo di storia: ‘I vestiti dei sogni. La scuola dei costumisti italiani per il cinema’. palazzo braschi vestiti-dei-sogni

E’ la grande bellezza dello schermo , con i meravigliosi costumi di scena che lasciano senza fiato. Dalle dive del muto a ‘La grande bellezza’, da Lyda Borelli a Toni Servillo, abiti premiati anche con l’Oscar: a Piero Tosi (alla carriera), a Danilo Donati (per Romeo e Giulietta di Zeffirelli e Il Casanova di Fellini), a Milena Canonero (per Barry Lyndon di Kubrick, Momenti di Gloria e Marie Antoniette di Sofia Coppola),a Gabriella Pescucci (per L’età dell’Innocenza di Martin Scorzese).

mostra abiti alta costura romascarpe manolo epoca mostra romamostra costumi moda italianamarchese del grillo costumimostra costumi cinema romamostra costumi cinema romamostra costumi cinema romamostra costumi cinema romapalazzo-braschi-mostra-costumi-cinemaCon un progetto di allestimento luci affidato ad uno dei più apprezzati direttori della fotografia del panorama contemporaneo, Luca Bigazzi, la mostra raccoglie oltre 103 abiti originali, decine di bozzetti e una selezione di oggetti legati al mondo dei costumi. L’intento è stato quello di immaginare per i costumi un percorso di luci ‘magiche’, velate, che restituiscono alle stoffe , ai colori visti sullo schermo, una vita presente nella quale abbiamo il privilegio di trovarci anche noi

La mostra è divisa in due parti : un percorso principale e una collezione permanente in cui sono collocati i costumi ispirati ai dipinti esposti nella collezione di Palazzo Braschi.

Il percorso principale, che si snoda in un percorso di 10 sale, porta avanti il racconto di un secolo di scuola italiana, le cui tappe sono segnate di costumisti e da chi poi li ha realizzati (case come Tirelli costumi, Annamode, Costumi d’arte, Devalle, Farani, Maison Gattinoni, Sartoria Cesare Attolini, The One e gli Atelir Oieroni, Rocchetti, Pompei).

I vestiti sono posti davanti a grandi schermi che ripropongono le immagini del film in cui compaiono : ancor più grande è la sensazione di essere nel film…

palazzo-braschi-costumipalazzo-braschi-costumi-cinema

E ti trovi,cosí, a sognare a guardando il vestito bianco di Audrey Hepburn nel ballo di ‘Guerra e pace’ o quello di Claudia Cardinale nel gran ballo de ‘Il Gattopardo’; e ancora, quello di Sophie Marceu in ‘Anna Karenina’, e l’austero nero di Romy Schneider nei panni di Elisabetta d’Austria , i costumi cardinalizi di Nanni Moretti per ‘Habemus Papam’, di Alberto Sordi ne ‘Il Marchese del grillo’, di Winona Ryder ne ‘L’età dell’innocenza’, di Sofia Loren in ‘La ciociara’

Particolare la presenza degli abiti realizzati da Massimo Cantini Parrini per il nuovo film di Matteo Garrone, ‘Il racconto dei racconti’, che deve ancora uscire nelle sale.

Per finire, grande omaggio al regista Federico Fellini con i costumi ecclesiastici usati in ‘Roma’. quello della Gradisca di Amarcord e quello di Sandra Milo di ‘Giulietta degli spiriti’…la stessa Sandra che sorride dalla locandina e diventa viva nelle sale della mostra.

La magia è sol fino al 22 marzo: affrettatevi prima che l’incantesiamo svanisca!!!!