Guida di Barcellona: Itinerario Modernista alternativo

Se stai programmando un viaggio a Barcellona, non puoi non includere nel tuo itinerario una visita alle opere più emblematiche del Modernisme Catalá, stiamo parlando degli edifici più rappresentativi dell’essenza della Ciudad Condal che formano parte delle tappe obbligate senza le quali non possiamo certo dire di aver visitato la città.

Il Modernismo Catalán nasce como rifiuto alla fredda architettura industriale degli inizi del secolo XIX proponendo forme e figure morbide e originali che prendono ispirazione negli elementi della natura. La Casa Batlló, La Casa Milà, el Parque Güell y la Sagrada Familia di Antoni Gaudí sono senza dubbio i principali rappresentati dell’itinerario modernista a Barcellona, però non sono gli unici che ci permettono di conoscere le opere di questa tendenza architettonica della quale Barcellona è rappresentante a livello internazionale.

casa-batllo-ruta-modernista-alternativa
Casa Batlló
Hospital Sant Pau
Hospital Sant Pau

Barcellona offre molti più esempi delle sue opere moderniste e non c’è bisogno di entrare in un museo per conoscerle. Passeggiando per le sue stradine, spesso ci troveremo davanti a una delle mitiche  “baldosas con el panot de flor”, piastrelle con il fiore o la rosa di Barcellona, un simbolo di color rosso disegnato sulle mattonelle della strada che indica i punti di principale interesse nell’itinerario modernista per Barcellona, un percorso che conta con un totale di 120 punti di interesse.

ruta-modernisme-alternativa
Flor Ruta Modernisme

Se solo ci troviamo a Barcellona per un fine settimana, non abbiamo molto tempo a disposizione per conoscere a fondo la città e i suoi luoghi più rappresentativi, pertanto la miglior soluzione è cercare un alloggio quanto più centrale possibile senza dover perdere tempo in trasporti e stabilire anticipatamente l’itinerario turistico che vogliamo percorrere.

Per il nostro itinerario modernista alternativo a Barcellona mettiamo da parte i tipici edifici che già tutti conosciamo, possiamo riservare online una visita alla Sagrada Familia, al Parque Güell, al Hospital de Sant Pau y a Casa Battlò, però poi arriva il momento di iniziare un percorso alternativo, molto meno turistico e molto più divertente.

palau-de-la-musica-catalana-ruta-modernista-alternativa
Palau de la Música Catalana

Uno dei massimi esponenti del modernismo e probabilmente uno degli edifici più impressionanti di questo genere architettonico, è il Palau de la Música Catalana (C/ Palau de la Música, 4-6) realizzato dall’arquitetto Lluís Domènech i Montaner. La sala concerti è una delle più originali al mondo e il miglior modo di vederla è comprando i tickets per un concerto, quindi prima di partire studiate bene gli eventi in programma per riservare il vostro spettacolo. La facciata esterna è già tutto un programma però vi assicuro che vale la pena entrare e anche fermarsi a bere qualcosa al bar liberty del piano terra.

quatre-gats-ruta-modernista-alternativa
Quatre Gats

Per mangiare qualcosa, l’alternativa perfetta é fermarsi a Els Quatre Gats (Carrer de Montsió, 3), il ristorante che è stato uno dei luoghi di riferimento del modernismo catalano. Lí era dove mangiavano Picasso o Gaudí. Consigliamo andare a pranzo aprofittando dell’offerta del menú del giorno per mangiare dove un tempo si sedevano Picasso e Gaudí.

Per fare colazione, merenda o semplicemente prendere un caffe, ci spostiamo sulle popolari Ramblas per visitare il  Cafè de L’Òpera (Rambla, 74). Della seconda metà del XIX secolo, inizialmente era una cioccolateria viennese, dopo fu un caffè ristorante e adesso, nonostante si trovi in uno dei posti più turistici della città, è riuscito a conservare la sua essenza modernista e offre varie opzioni anche per mangiare qualcosa a pranzo. Pareti di legno, molti specchi, una vasta collezione di bottiglie antiche fanno di questo caffe bar un luogo molto suggestivo che vale la pena visitare.

 

bar-marsella-ruta-modernista-alternativa
Bar Marsella

Per prendere qualcosa da bere la sera, il posto da visitare è il mitico bar Marsella (Carrer de Sant Pau, 65), un locale modernista che è riuscito a conservarsi così come era un tempo. Era il bar dove andavano a bere assenzio Dalí, Picasso, Gaudí e Hemingway e adesso consente di farci rivivere la stessa esperienza. Dentro al Marsella il tempo sembra essersi fermato, non si trova in perfetto stato, anzi… però il tetto che cade a pezzi e le ragnatele contribuiscono a farci vivere un’autentica esperienza bohemien seduti in tavolini di marmo d’epoca, circondati da specchi e vetrine con un bicchiere di assenzio nella mano.

Un’altro bar per continuare il percorso e seguire letteralmente i passi dei modernisti è il  London Bar (Nou de la Rambla, 34), sempre situato nel quartiere del Raval. Si tratta di un’osteria che ha conservato la decorazione modernista originario del 1910, data nel quale è stato inaugurato per poi convertirsi punto di riferimento per Dalí, Picasso e Hemingway.